Progetto di una cittadina autosufficiente alle foci del fiume Niger. 

 

La progettazione dell’intervento effettuato per conto della Prodeco – Inter Oil Investment a Port Harcourt, in Nigera, ha richiesto diversi sopralluoghi che hanno evidenziato problematiche anche di fondazione, stante che i vari edifici (abitazioni, alberghi, scuole, centri commerciali, ecc) dovevano sorgere su un terreno di riporto alle foci del fiume Niger. La decisione assunta è stata quella di fondare su cassoni.

 

Un altro problema che si è dovuto affrontare è stato quello delle acque piovane, per cui si è dovuto creare un lago di compensazione. Ulteriore problema è stato quello di dare sicurezza al complesso, anche questo è stato risolto creando un percorso perimetrale per l’inserimento dell’impiantistica e del sistema fognario in gallerie ad altezza d’uomo da costruire con casseformi pneumatiche, al di sopra delle quali si era creato un percorso ciclabile per gli abitanti.